mais-mitologia-maya

Il mais ha costituito, per tutte le civiltà mesoamericane, un’importanza cruciale. Maya, Incas e Aztechi, tutte queste misteriose civiltà consideravano il mais un dono dagli e per gli dei. Nella tradizione Maya il terzo dio in ordine di importanza, dopo il dio del Cielo e il dio della pioggia, era Yam kax, dio del mais. Veniva raffigurato come un giovane dagli occhi e orecchie grandi e sporgenti, con la testa ornata da una pannocchia. I rituali e le offerte al dio del mais erano di fondamentale importanza e si svolgevano a intervalli regolari. Il mito maya della creazione racconta di come i primi esseri umani furono modellati dalla farina di mais. Secondo una leggenda Maya il mais si trovava nascosto sotto una montagna di roccia dura. Per prime lo scoprirono le formiche, che avevano scavato una galleria e lo portavano via chicco per chicco. Una volpe un giorno rubò un chicco e lo assaggiò. Fu così che anche glia ltri animali e infine l’uomo lo scoprirono. Pregarono gli dei perché li aiutassero e questi fecero cadere un fulmine sulla roccia che custodiva il granoturco, abbrustolendo parte dei chicchi: da qui nacquero le 4 varietà del mais: rossa, nera, gialla e bianca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here