Celiachia, malattia subdola. Vediamo perchè.

La celiachia benchè conosciuta e studiata da tempo è ancora una piaga: vero che basterebbe un test e una dieta senza glutine – da mantenere per tutta la vita – ma le cose non sono così semplici: la cecliachia si presenta subdola.

Infiamma l’intestino fino alla scomparsa dei villi intestinali, dopodichè il corpo non è più in grado di digerire alcunchè di glutinoso. Per così dire, tutto “scivola dentro”, senza essere digerito ovvero senza apportare nutrienti – e in più – danneggiando.

Se la diagnosi celiaca è tardiva ci si può trovare con problemi alla tiroide, alopecia, calcificazione celebrale con epilessia, ospeoporosi: …sembrano i sintomi delle radiazioni, invece sono i danni di una diagnosi di celiachia arrivata troppo tardi.

Lo ribadiamo: la celiachia è una patologia subdola. Si può presentare come diarrea e arresto della crescita già dopo lo svezzamento (la celiachia tipica) – ma c’è anche la manifestazione di anemia (celiachia atipica). Ne esiste un’altra forma silenziosa, senza sintomi, la celiachia silente. E quella potenziale, che si presenta con diagnosi di esami sierologici positivi, ma con biopsia dell’intestino negativa.

Per fortuna, al fine di scovarla, si è messo a punto una serie di analisi di IgG e di IgA, sino agli esami dell’ antitrasglutaminasi.

La strategia vincente, comunque, sta nell’alimentazione senza glutine – come ad esempio i prodotti Molino di Ferro “Le Veneziane” e “Le Asolane”. E’ assolutamente necessario sintonizzare i propri gusti alimentari verso uno stile dietetico diverso – ma sempre variegato e gustoso, completamente appagante. Abituandosi al gusto rinunciando al glutine.

Mangiare senza glutine significa anche “pensare senza glutine”, apprezzando il profumo del piatto, apprezzando il gusto del principale ingrediente.

Molino di Ferro produce pasta senza glutine, sughi e condimenti senza glutine, e biscotti gluten free. Oltre agli snack ed al latte di mais. In questo modo cerchiamo di completare la gamma dei prodotti essenziali sia per l’alimentazione del celiaco sia per non far rinunciare al sapore ed al gusto dei cibi preferiti – come ad esempio proponendo i biscotti al cocco, cioccolato e frutti di bosco.

La celiachia NON E’ sinonimo di dieta senza sapore – anzi!

Celiachia è obbligo ad una dieta priva (totalmente) di glutine. Ma non vanno confusi gli obblighi con la certezza di un alimentazione meno soddisfacente.
Anzi, ribadiamo: la dieta senza gluitine è altamente consigliata a sportivi per il giusto apporto di valori nutrizionali unita ad una più veloce digeribilità e disponibilità energetica!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here